Aisthema, International Journal, incluso nel Web of Science

by Administrator 3. ottobre 2016 00:11

La Direzione Scientifica ed Editoriale è lieta di comunicarvi che Aisthema, International Journal ha superato la procedura di valutazione internazionale per l'inclusione nel "Web of Science" (prodotto dall'ISI, Institute for Scientific Information della Thomson Scientific) e nell'ERIH PLUS, creato e sviluppato da un gruppo di ricercatori europei con il coordinamento dello Standing Committee for the Humanities(SCH) della Fondazione Europea per le Scienze (European Science Foundation, ESF).

Entrambi rientrano tra i più prestigiosi servizi di informazione universitaria; mentre il primo segnala la letteratura scientifica mondiale non solo nell'ambito delle Scienze Umanistiche ma anche nel campo delle Scienze esatte, l'ERIH PLUS costituisce l'indice di riferimento europeo per le "Humanities" e le Scienze Sociali. L'inserimento in questi due indici della produzione accademica rappresenta un ulteriore passo in avanti per lo sviluppo della Rivista ed incrementerà certamente la sua disseminazione e la sua reputazione.

Confidiamo sinceramente nel sostegno di lettori ed autori, che siamo certi continueranno a collaborare attivamente con la Direzione Scientifica ed Editoriale. Anche per questo, vi ringraziamo fin d'ora per il vostro supporto così come per l'interesse dimostrato nei confronti della "nostra" Rivista.

Anticipazioni Vol. 3 N. 1 (2016): Estetica e liturgia di Giuseppe Falanga Michel Henry, Arte e fenomenologia della Vita di Gaetano Iaia e Andrea Bocchetti - A. Bertinetto , Eseguire l’inatteso. Ontologia della musica e improvvisazione di Matteo Ravasio

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , , , ,

recensioni

I diritti e la cura: per una biopolitica liberale

by Administrator 31. dicembre 2015 13:07

Generata «come reazione alla disumanizzazione della medicina», (la biotetica)...sta, insomma, nella condizione di continua ricerca di bilanciamenti «tra le opportunità offerte dalla scienza e le esigenze di tutela di valori sociali» 

...insomma, «l’essere umano, la società, la scienza» (p. 17) sono fattori da raccordare e bilanciare, sia in relazione al momento di uscita dalla vita (dove si confrontano oggi ipotesi eutanasiche ed ipotesi di continuazione ad ogni costo delle forme flebili di vita), sia all’inizio della vita umana, laddove le tecnoscienze riescono ormai a «dare figli a chi naturalmente non riesce ad averne», oppure ad «eliminare embrioni o feti che darebbero luogo a vite deformi o disabili o portatori di malattie ereditarie» (p. 25). La condizione della bioetica è definibile, in questo senso, postmoderna.
 
Forse la vera e propria nuova era, aperta da quello che Jeremy Rifkin ha coloritamente denominato il “secolo biotech” , potrebbe segnare non soltanto la conclusione di un ciclo storico, ma anche dello stesso ciclo umano e delle sue concezioni teoriche dei diritti, della cura, della salute come benessere, del rapporto con gli altri viventi della biosfera.
 
...spesso, la bioetica diviene oggi biogiuridica, nel senso che dà luogo a decisioni normative e leggi, oppure diviene biopolitica, nel senso che pone la questione del governo del bios e, dunque, del potere, anche se la mediazione fondamentale «tra valori etici diversi deve compierla la società, non la legge» (Casavola, p. 23). 
 
...per pensare a dimensione bioetica i problemi posti dal bios alle scienze umane, si tratta di porsi in atteggiamento in cui «la ricerca di un equilibrio» si svolga «tra le opportunità offerte dalle scienza e le esigenze di tutela di valori sociali» (Casavola, p. 27). 
 
...la bioetica è opportunamente definibile una rivoluzione perché, come disciplina critica, anzi come nuovo sapere, essa si colloca in un contesto in cui diversi saperi sono ormai in grado d’intervenire «sull’universo del corpo dell’uomo» (p. 58), operando fin nelle sue fibre genetiche, e non soltanto per apportarvi terapie e cure, bensì per anche favorire «la nascita di un nuovo essere» (p. 60), teorizzato per esempio dal cosiddetto postumano.


(F.P.Casavola, Bioetica. Una rivoluzione postmoderna.Salerno Editrice, Roma 2013
 
 
 
 
 

Tags: , , , , ,

bioetica | recensioni

Giustiniani old style