Ogni luogo di patimento, divenne per noi il luogo adatto per celebrare la più splendida delle feste Pasquali, essendo stati ammessi al festino Celeste. Così il Vescovo Dionigi di Alessandria al tempo delle feroci persecuzioni dell'imperatore Decio. Il dramma dei Cristiani perseguitati in tante parti del mondo si ripropone anche per questa Pasqua insanguinata 2015...Università di Garissa, nord-est del Kenya, attacco compiuto dal gruppo estremista somalo al Shabaab giovedì 2 aprile, dettagli e maggiori info: 
http://www.ilpost.it/2015/04/04/attacco-garissa-al-shabaab/

BUONA PASQUA da prof. Giustiniani

YouTube Video
































L'ultima puntata andata in onda: "l'amore a pezzi", 18/01/15

amore a pezzi, bioetica...mente CampiFlegreiTV






























Quello tra Fede e mondo moderno è da sempre un rapporto controverso. Tra Fede e Rivoluzione Francese ad esempio, che aveva sostituito il Mistero dell'Eucarestia con un simbolo carnale, non poteva comunque nascere una relazione subitanea. A dimostrazione che la Chiesa non agita strumentalmente la modernità per rinnovare adesioni od addirittura per assicurarsi delle Conversioni. Con la modernità però è lecito che la Chiesa provi a dialogare, ma quale proposta è idonea a riaccostare i moderni "illuminati, relativisti, rivoluzionari" come sono, alla Fede? Quella della morale che deve essere messa in discussione come strumento per entrare in contatto con la nostra modernità avanzata. La Verità potrebbe risultare in questo modo Illuminata da altre parti apparentemente ostili alla visione Cristiana. Deve nascere quindi un nuovo modo di confrontarsi e va ripensata anche la formula decisionale dell'Istituzione Ecclesiale...di auguri pare proprio che vi sia urgente bisogno: BUON NATALE amici ed ospiti de illavoratore.eu

YouTube Video





























Quelle sulla morale sessuale, sulla famiglia, sulla riammissione all'Eucarestia dei divorziati sono state aperture dei giornali e della stessa opinione pubblica più che di Bergoglio, anche se nelle interviste con Scalfari, Papa Francesco ha toccato punti roventi ed ha lasciato credere di essere possibilista. Il cantiere delle aperture resta però comunque aperto sul terreno della morale sociale, piuttosto che la Dottrina della Fede infatti, interessa la dottrina economica, finanziaria, politica e sociale di questo Pontefice che adopera neologismi pur di parlare delle iniquità esistenti nel mondo...

YouTube Video





























La Chiesa non scende dalla Croce per accontentare la gente
Ospite de illavoratore.eu 
è stato chiesto di chiarire il dono della Misericordia nella dottrina della Chiesa che soprattutto negli ultimi tempi si è prestato a più di una interpretazione equivoca. Quando la Chiesa si mostra mamma misericordiosa precisa il professor Pasquale, può dare la sensazione che alla fin fine accoglie tutti anche coloro che non si pentono dei peccati, ma è un'idea errata questa che si va formando. La Chiesa NON scende dalla CROCE per accontentare la gente, la Chiesa NON si piega allo spirito mondano anzi, si adopera per piegarlo allo Spirito di Dio. La Chiesa non dimentica le vittime e ricorda che per ricevere il perdono non basta pentirsi, bisogna espiare i peccati. Per essere assolti, bisogna riparare il male perpetrato, risarcire le vittime che chiedono giustizia non vendetta. Il confessore infatti, per impartire l'Assoluzione deve verificare che il pentimento sia sincero e pur non negando il perdono, accertarsi che i peccati siano espiati, che il male sia riparato.

YouTube Video






























Il prof. Giustiniani tira un pò le conclusioni sul Sinodo della famiglia ed in primis ci chiarisce le idee circa le attribuzioni del Sinodo organismo consultivo del Papa, da non confondere con il Concilio Ecumenico. L'interrogativo di tanti era quello di capire se dal Sinodo sulla Famiglia fosse uscita la proposta di una doppia morale cattolica ed invece ci è stato spiegato che i Vescovi hanno avuto cinque tentazioni: 1) l'irrigidimento ostile cioè, il tentativo di chiudersi nelle certezze e non lasciarsi sorprendere dal nuovo che dobbiamo imparare; 2) il buonismo distruttivo che nel nome della misericordia Divina non cura le ferite, ma guarda i sintomi e non le cause. Si potrebbe definire come la tentazione dei progressisti: nella realtà contemporanea esistono nuove forme di convivenza, imbarchiamole; 3) la tentazione di trasformare la pietra in pane; 4) e quella di trasformare il pane in pietra; 5) infine la tentazione di scendere dalla Croce per accontentare la gente...

YouTube Video































I Preti già si sposano, non c'è alcuna apertura che si debba ancora attendere dal Papa. I Preti Cattolici di rito orientale accedono regolarmente al matrimonio. E' solo la tradizione che impedisce ai Preti Cattolici di rito Latino di prendere moglie per cui sostiene il prof. Giustiniani, è un falso "scoop" quello di Eugenio Scalfari che riferisce di prossime aperture di Francesco al matrimonio dei Preti. In realtà fin dai primi secoli i cristiani sono stati esortati dai Padri della Chiesa ad emulare lo stato di vita perfetto di Gesù di Nazareth che non era sposato. A quel tempo si menava vanto di essere celibi e di condurre una vita simile a quella di Gesù. Ma non era per tutti così ed allora s'avvertì la necessità di mettere fine a prassi difformi. Il divieto di sposarsi fu codificato e divenne norma con alcuni Concili analogamente a quanto è accaduto per l'istituzione dei Seminari. Prima del Concilio di Trento infatti, bastava andare a bottega da un Prete Anziano per diventare Sacerdote poi, pur di uniformare i percorsi formativi fu sancito l'obbligo di frequentare i Seminari per essere Ordinati Sacerdoti. Il matrimonio quindi non è un sorta di Sacramento 
di risulta che si dà ad un altro Sacramento privato del quale, quest'ultimo non riesca ad essere anch'esso Sacro...15/08/14

YouTube Video


















Usare il nome di Dio ed invocare l'appartenenza religiosa con la violenza, è una bestemmia. Tutte le religioni sono interpretate e più volte nel corso della storia abbiamo avuto interpretazioni di tipo violento in nome delle verità rivelate. Difficile non lasciarsi coinvolgere durante lo svolgersi delle vicende, ma lontano dai fatti possiamo riuscire a comprendere che se anche erano autorità religiose quelle che predicavano l'affermazione di un'unica verità, esse parlavano di Dio in maniera presunta, ma non avevano ragione. Se Dio è davvero Dio, non vuole il male degli uomini. In particolare le religioni monoteiste non hanno un Dio sopraffattore e violento anzi, hanno un Dio che tra i suoi attributi è Onnipotente, ma anche buono; giusto, ma anche misericordioso; Grande, ma capace di amare. Assumendo il criterio di fondo che cosa facciamo di fronte alle sopraffazioni? L'approccio non dev'essere quello della Fede che inevitabilmente scadrebbe nella intolleranza, ma deve essere di tipo sociale. Non possiamo gestire la violenza perpetrando nuove violenze. Dobbiamo preparare le nuove generazioni dei fratelli di tutte le Fedi a riconoscere il loro Dio buono e misericordioso e non più in termini di contrapposizione 05/08/2014

YouTube Video


























"Ogni giorno facciamo la conta dei morti", nel conflitto israelo- palestinese ed "ogni morto vale quanto l'umanità intera". Uomo di cultura non violenta, il prof. Giustiniani non si esercita a parteggiare per i Palestinesi o per gli Israeliani, non dà patenti di martire agli uni od agli altri, ma individua il rischio nell'azione sconsiderata di piccoli gruppi radicali insofferenti ad ogni determinazione dei poteri costituiti e che finiscono per dettar legge provocando le reazioni di forza degli Stati ed anche delle Organizzazioni Internazionali...26/07/14

YouTube Video




























I nodi irrisolti della Chiesa, quelli stessi che hanno indotto alle dimissioni quasi eccezionali di Benedetto XVI, restano tali anche con Francesco: gli scandali sessuali, ma soprattutto le contestazioni del Concilio Vaticano II mosse dai gruppi conservatori tradizionalisti. Il rinnovamento di Francesco consiste essenzialmente nei modi di vivere la collegialità nella conduzione della Chiesa: in Comunione con gli altri Vescovi. Non va confusa con la ripartizione del poter di uno nel potere di ciascuno, quanto piuttosto nell'esigenza avvertita prima di ogni decisione, di un'ampia consultazione con le Chiese di ogni parte del mondo. Dunque la direzione che Francesco ha impresso alla Chiesa del Terzo millennio, è quella della Comunione. Così il prof. Giustiniani nel consueto spazio libero ospitato anche dal illavoratore.eu

YouTube Video




























Papa Francesco ha detto che non c'è solo l'avversione del mondo verso Gesù e la Sua Chiesa, ma c'è anche l'odio del principe di questo mondo: il demonio. Satana NON è una metafora per la Chiesa cattolica, non 
è una maniera pittoresca per indicare la negatività dei tempi. Il diavolo agisce nella storia da protagonista alternativo a Dio buono e misericordioso che non desidera il male per i Suoi figli. Noi tutti dobbiamo abituarci al bene e non al male per questo dobbiamo diffidare del maligno quando ci dice: non puoi fare nulla contro la violenza, la corruzione, l'ingiustizia e contro i tuoi stessi peccati. L'angelo demoniaco che ha 
detto di NO a Dio, fa il suo mestiere: insinua che non si può nulla contro il peccato; si mette di traverso nella storia. Papa Francesco quindi ci esorta a non credere che il maligno non esiste, ma anche a non aver paura del diavolo perché nulla può contro Dio e contro l'uomo libero. In conclusione Dio, il Papa, Satana agiscono nella 'storia' ed il prof. PasqualeGiustiniani.it fervente cattolico, ci spiega come...

YouTube Video





























Dopo Renzi anche Letta ha sottolineato come uno degli obiettivi sia il rinnovamento generazionale della politica. Dunque la parola d'ordine sembrerebbe essere diventata: "giovane è meglio". Ovviamente nessuno può negare la bontà di forze fresche e l'apporto positivo d'idee nuove anche se non sempre costatiamo che le giovani generazioni sono attente alle novità. Molto spesso invece rileviamo che sono succubi delle mode che i mass-media propongono loro. In ogni caso non si può non condividere la necessità di uno svecchiamento del ceto politico soprattutto in Italia dove vecchie cariatidi hanno saputo riciclarsi ed attraversare indenni la I, la II ed anche la III Repubblica. In questo complicato quanto indispensabile processo di rinnovamento non dobbiamo però commettere l'errore che fu commesso alla fine dell'800 quando cominciò a diventare di moda il termine "evoluzionismo" che si accompagnava al termine "progresso". Si pensò allora che tutto quanto viene dopo sia meglio di quello che è stato prima e che il "progresso" fosse inevitabilmente un miglioramento. Non si tenne conto viceversa che talvolta sul piano storico il progresso accanto al nuovo accompagna anche un ritorno all'indietro. Ad esempio, il XX sec. fu il secolo del progresso, ma anche delle idee che generarono due guerre mondiali. Un regresso se lo confrontiamo alla preistoria che fece registrare solamente delle scaramucce  locali. Tanto per significare che dobbiamo certamente favorire il ricambio generazionale, ma vigilare perché le novità non siano di facciata. Allo stesso tempo non possiamo non considerare che la demografia ci dice che il futuro sarà dei vecchi avremo cioè, un numero di anziani di gran lunga superiore al numero di giovani. Ci si chiede: un governo di giovani saprà comprendere appieno le esigenze, le attese ed i bisogni di una società composta in larga misura da anziani? Ci si può privare dell'esperienza degli anziani oppure la rottamazione non è altro che una operazione di facciata che non risolve i problemi di una società sempre più difficile, complessa e plurale?

YouTube Video




























La Dottrina tradizionale della Chiesa arroccata su antiche posizioni sembra quasi inadeguata di fronte all'evoluzioni della famiglia dal punto vista socio-culturale. Non pochi sono i paesi che anche legalmente riconoscono come paritarie le "nuove famiglie" costituite ad esempio, da conviventi dello stesso sesso con un portato di pretese delicate come quella del diritto all'adozione. Accelerazioni vertiginose che hanno finito per mandare in crisi non solamente la prassi, ma anche la teoria stessa della famiglia in modo particolare quella fondamentale che l'assimilava alla sola fecondità possibile che viene dall'unione eterosessuale. Sul tavolo della III Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi problemi sociali, culturali ed antropologici di grande importanza come ad esempio, l'interrogarsi su che cosa sia l'identità sessuale: una caratteristica genetica od una costruzione culturale? Sono in tanti a pensare che sia una costruzione soggettiva che in quanto tale è suscettibile di mutamenti. Il prof. Giustiniani c'illustra i punti in discussione alla prossima Assemblea dei Vescovi chiamati a raccolta con un questionario di nove punti che tastano il polso alla Famiglia Sacramentale ed anche alla famiglia soggetta ai cambiamenti del costume.

YouTube Video























 

Per gli auguri di BUON ANNO ho scelto di soffermarmi sul messaggio che Papa Francesco come già i suoi Predecessori, ha dedicato alla 47a. Giornata mondiale della Pace ed in particolare sul lungo paragrafo 8 che tratta di corruzione e crimine. Le ambizioni sono desideri di realizzare i bisogni e quando legittime, non vanno mai frustrate. La soddisfazione dei propri bisogni però non deve confondersi con la prevaricazione. L'atteggiamento umano del buon Cristiano è quello di gareggiare nella stima vicendevole, non di prevaricare sia pure nella diversità dei pareri. L'anelito insopprimibile alla fraternità che alberga nel cuore spinge ciascun uomo alla comunione con gli altri, siano essi amici, concorrenti o nemici sono sempre fratelli e sorelle d'abbracciare. E' la fraternità il fattore generatore di Pace perché crea un equilibrio tra bisogni personali e bisogni altrui; tra responsabilità personale e solidarietà. Un autentico spirito fraterno mette Pace e rende Giustizia. Questa però non è la condizione riservata a noi contemporanei, nel nostro contesto sono diffuse criminalità e illegalità favorite soprattutto nei periodi in cui c'è poco denaro e manca il lavoro. A ben vedere le carceri sono affollate NON solo per errori giudiziari. La criminalità organizzata s'intrufola nella vita quotidiana delle famiglie, delle imprese e spesso si veste anche di religiosità come abbiamo riscontrato leggendo i "pizzini" di alcuni mafiosi che addirittura fanno proprio il lessico della Chiesa o ne assumono la ritualità e la prassi devozionale per fini che religiosi non sono anzi, sono antireligiosi. Sono una religione atea che sopprime i Preti che donano sollievo e speranza ai giovani predicando il Vangelo come è accaduto al povero Don Puglisi... Auguri per il 2014, Pasquale Giustiniani.

YouTube Video


























25 dicembre 2013, Natale. Una data convenzionale non storica, una data festosa nell'immaginario dei Cristiani occasione che il prof. Giustiniani coglie per scambiarsi gli auguri coi visitatori del suo sito. Auguri che devono caricarsi di speranza anche se la situazione di grave crisi economica ha reso difficili le condizioni di vita dei tanti, troppi impoveriti per aver perso il lavoro; delle tante, troppe famiglie immiserite che si arrabattano mentre pochi ricchi sono diventati ancora più ricchi. Dobbiamo sperare nell'Avvento definitivo del Signore ci ricorda, che verrà quale Giudice Supremo dell'Amore a verificare se abbiamo saputo riconoscerLo nel povero, nel carcerato, nel diseredato...

YouTube Video






















 



Il 2013 è stato l'anno speciale della Fede voluto da Benedetto XVI ed anche l'anno in cui il Suo Successore ha voluto firmare l'enciclica Lumen Fidei, Luce della Fede. Ma che cosa è la Fede? Dal punto di vista umano la fede è un atteggiamento di abbandono nelle mani dell'altro di cui siamo sicuri che non ci farà del male anzi, sta facendo il nostro bene. Questo atteggiamento umano ha però anche una dimensione Divina perché la Fede vuol dire Dono che Dio stesso fa all'essere umano e per il quale ci abbandoniamo totalmente a Dio. Eravamo abituati a pensare che la luce viene dalla ricerca, dalla ragione ed è vero, ma c'è una Luce più forte che viene dalla Fede e dobbiamo fare in modo che questa converga con la luce della ragione e della mente...

YouTube Video

























Napoli che troppo spesso balza agli onori della cronaca per i problemi sociali, economici ed ambientali comuni a molte altre grandi metropoli, si distingue però anche perché sede di eccellenza di moltreplici attività culturali e di ricerca che le restituiscono a livello mondiale quel prestigio che forse immeritatamente la comunicazione di massa stenta a riconoscere. La città di Partenope è stata infatti scelta non a caso come sede della IX Conferenza Mondiale della Cattedra Unesco di Bioetica cui hanno partecipato 1300 delegati da 61 paesi diversi. La Bioetica è una scienza multidisciplinare nella quale convergono la filosofia, la teologia, l'etica, il diritto, la sociologia, la medicina e che si interessa dei problemi etici posti dal progresso delle scienze biomediche e sanitarie. Napoli è stata scelta come sede della Conferenza perché ospita un primario centro interuniversitario di ricerca bioetica, perché a Napoli opera presso la Federico II il prestigioso Comitato Etico Carlo Romano, perché l'Istituto Italiano di Bioetica ha una propria sede ed infine, ma non ultimo, perché dentro la Facoltà di Biologia, continua la più antica tradizione il Laboratorio di Bioetica come sottolinea il prof. Pasquale Giustiniani cultore esperto di temi bioetici (http://www.pasqualegiustiniani.it/indirizziBio.pdf)

YouTube Video


























Questa settimana il prof. Giustiniani puntualizza il concetto di "famiglia" valido anche in una società complessa come quella odierna in cui la stessa struttura nucleare sociale è soggetta a trasformazioni. Per significare "famiglia", il criterio basilare di scelta della comunità Crisitiana è quello che la vuole fondata sul matrimonio "nativamente eterosessuale" cioé, fondata sulla vocazione identitaria di un uomo e di una donna a voler costituire un gruppo stabile, fedele e fecondo che necessariamente non si verifica se non in una comunione eterosessuale. Nei Testi Sacri infatti, si citano espressamente "uomo" e "donna". Altra questione è invece quella che riguarda i soggetti che decidono di viviere insieme, sono situazioni differenti che non possiamo definire "famiglie". Gli Stati infatti tutelano la famiglia fondata sul matrimonio perché sanno che senza NON sopravviverebbero, è per questo motivo che non possono equiparare ad esso altre forme di unione, ma devono porsi il problema di verificarne gli esiti sociali, culturali, normativi, ereditari perché siano ugualmente tutelate e non solo tollerate. (01/12/13) 

YouTube Video
























 

Global civil society, indirizzi educativi del prof. Pasquale Giustiniani: finanche in ambito religioso a volte non si riesce a ritrovare il filo conduttore per orientarsi nel grande dibattito sulla società globalizzata che non risparmia nemmeno i Cristiani dai fenomeni del fondamentalismo sul modo di vedere la donna ad esempio, la sua incidenza nella società, nel modo di vedere la coppia. Dove andare? Le teorie che si confrontano vedono da ul lato il mercato, la produzione di ricchezza che accresce i consumi ed incentiva nuova ricchezza spinta da una "mano invisibile" in un ciclo sempre più virtuoso dall'altro, posizioni fortemente critiche sulle logiche del mercato che si sostiene, può riguadare solamente alcuni ambiti perché la società civile ha una maniera diversa ed autonoma di procedere anche senza avvalersi dello strumento mercantilistico. Favorire dunque dei ragionamenti collettivi che orientino a compiere scelte consapevoli diventa importante per le famiglie, è bene che queste non determinino i propri indirizzi educativi in modo estemporaneo seguendo l'ultima moda del mercato o l'ultima trovata dell' "opinion leader"... 

YouTube Video



























L'occidente non deve trascurare i rischi ed i pericoli della mondializzazione, fenomeno polivalente dalle molte facce. Non si può negare infatti che le ondate migratorie accendono un potenziale conflitto sociale per gli eccessi spietati di concorrenza nel mondo del lavoro; analogamente il confronto tra culture e costumi differenti inevitabilmente ingenera conflitti anche di ordine etico: ciò che è immorale per alcuni, diventa morale e tollerabile per altri; senza dimenticare la finanza ch'è stato il primo dei fenomeni di globalizzazione e che ha finito per confondere i confini etici tra individualismo e comunitarismo, tra utilitarismo e solidarismo. Il Credente però può guardare alla globalizzazione dal punto di vista della Comunione, della condivisione. L'avvicinamento tra popoli, culture, etiche, economie, può essere interpretato dai Credenti in termini relazionali facendo prevalere la giustizia, la fraternità, l'uguaglianza che sono in fondo i termini della modernità...

YouTube Video




























Giustiniani traccia un primo bilancio sul Pontificato di Francesco, vescovo di Roma, primo Gesuita asceso al soglio di Pietro: una Chiesa 
povera per i poveri opzione privilegiata del rinnovamento...

YouTube Video



























Perché la Chiesa materna di Francesco che si apre ai poveri rifiuta i funerali di Priebke, di Welby, dei camorristi? Perché la Chiesa NON è 
un'entità astratta ci spiega il prof. Giustiniani, ma vive nel territorio delle persone dunque vive in quella città, in quella determinata Parrocchia 
che diventa il terminale della Chiesa Cattolica. Pertanto è il Prete che valuta i soggetti meritevoli di funerali religiosi e necessariamente devono  
corrispondere al vissuto di una vita religiosa. Coloro i quali notoriamente vivono nel peccato senza pentirsi mai, sono formalmente fuori della 
morale Cattolica, sono fuori della Comunione cioé, di fatto scomunicati. I funerali religiosi NON possono quindi essere concessi a persone che 
hanno commesso peccati odiosi per la comunità in cui vivono non mostrando alcun ravvedimento e sincero pentimento. Non è vietato però 
rivolgere loro preghiere ed anche Benedizioni che sono "auspici", NON giudizio riservato a Dio Onnipotente  ed Eterno.

YouTube Video




















Nel secolo IV e precisamente nel 313 d.c. con l'Editto di Milano i "tetrarchi"
cioè, i due Cesari ed i due Augusti che in una sorta di consiglio imperiale 
governavano ad oriente e ad occidente, si accordarno perché nei territori 
dell'Impero ogni culto fosse tollerato e praticato liberamente. Tra il marasma 
di fedi di quel tempo dunque, anche i Cristiani sono liberi di esercitare la 
propria fede. Nel tempo poi la Chiesa diviene essa stessa "potere", si fa 
Stato e cede alla tentazione di "perseguitare". Una dinamica della storia 
che molto spesso si è riproposta: il perseguitato diventa anch'esso persecutore...

YouTube Video


























Il prof. Giustiniani vi invita ad Ambietamente 2013 il meeting internazionale 

di bioetica ambientale che si tiene ad Isernia. Studiosi di agraria, medicina, 

biotecnologie, filosofia, si radunano presso la biblioteca comunale per  

mettere a tema quest'anno il "vegetarianismo". Scelta di tendenza oppure 

deve riguardare le nostre abitudini.

YouTube Video

























Siamo preoccupati dal montare della violenza, episodi recenti che 
hanno visto donne sfigurate dall'acido, folli assissini con picconi, 
suicidi di persone che di fronte alle difficoltà economiche non trovano 
altra via d'uscito che il suicidio. Ci preoccupa però anche l'intepretazione 
data di questi fenomeni: la ricerca dell'untore, la banalizzazione del capro 
espiatorio, l'additare un ministro di colore, generalizzazioni per giudizi
sommari. La violenza deve essere considerata sempre intollerabile e la 
giustizia deve perseguire rapidamente le responsabilità soggettive...

YouTube Video

























Non di rado nei covi della mafia si sono rinvenuti simboli, 
icone, libri Sacri e perfino "pizzini" che recano frasi e riferimenti 
alla Sacre Scritture, consuetudini che traggono in inganno e
farebbero pensare ad una professione di Fede dei boss. La Chiesa 
però si ostina a condannare il dio dei mafiosi come falso e bugiardo 
perché l'uso strumentale del linguaggio e delle espressioni di devozione 
popolare per fini criminali è un ateismo contemporaneo. Ateo si dice 
infatti di colui che NON crede in Dio, ma anche di chi adora un "altro dio" 
diverso dall'Unico vero Dio dei Cristiani...

YouTube Video

























Nel corso di questo mese di maggio 2013, l'opinione pubblica 
internazionale riceverà una serie di indicazioni legate alle 
testimonianze della FEDE: saranno canonizzati i Martiri di 
Otranto e sarà Beatificato DON PINO PUGLISI, assassinato 
dalla mafia. Tutta gente che ha versato il proprio sangue per 
amore di Gesù Cristo. Pensavamo che il martirio fosse una cosa 
dei tempi antichi e che non appartenesse agli uomini della post 
modernità eppure Don Pino Puglisi è stato ucciso ed è proclamato 
Martire nel nostro tempo. Beatificato semplicemnete perché PRETE 
cioè, perché ha testimoniato il VANGELO in maniera ordinaria e ciò 
lo ha reso scomodo. Segno che il Cristianesimo ha ancora dei nemici. 
Tanti sono i PRETI che ci dicono che DIO NON sta dalla parte della 
mafia e della criminalità organizzata in genere diventano dunque 
scomodi pur esercitando in maniera del tutto oridnaria il loro Ministero. 
Così facendo si espongono al Martirio anche nel XXI sec. magnanimi 
e temerari, restano pronti a versare il loro sangue per la causa del VANGELO.

YouTube Video


























E' calato il silenzio stampa sul prof. Becchi ideologo del M5S 
dopo le uscite alla "zanzara" con le quali riprendeva le 
osservazioni del presidente della BCE Mario Draghi circa il 
pericolo di un'eplosione di violenza che potrebbe ingenerarsi 
da un protrarsi della crisi e dal conseguente disagio sociale 
se i governi non intervengono con idonee misure. Ridotti al 
silenzio i cattivi maestri dai mezzi di comunicazioni, restano 
comunque irrisolti i gravi problemi  che sia Draghi, sia Becchi 
intendevano sollevare, l'opinione del prof. Giustiniani (SUN)
 in proposito...
CI SCUSIAMO PER PESSIMA QUALITA' DELL'AUDIO 
CAUSATA DAL FORTE VENTO IN ALCUNI PUNTI DI: 

YouTube Video


























Tra i primi uditori simpatetici di Francesco, oltre ai Cattolici d'oriente vi 
sono stati Ebrei e Musulmani. Un segnale importante forse preludio ad 
una nuova possibile stagione di dialogo tra le grandi Religioni Monoteiste 
cosiddette "mediterranee". Per i Cattolici resta comunque fermo il principio 
che la Salvezza passa OBBLIGATORIAMENTE attraverso il Cristo, ma devono 
essere per primi i Cristiani a NON erigere steccati...

YouTube Video



























Dopo il sì del Senato, l'Assemblea Nazionale francese si appresta a votare 
sull'utIlizzazione delle catene di cellule staminali embrionali dalle quali si 
aspettano molto soprattutto i malati con danni neurocerebrali. La ricerca 
non va imbrigliata, ma è compito della bioetica quello bilanciare gli interessi 
e creare una gerarchia di valori: creare degli embrioni ad hoc per la ricerca 
e non al fine della nascita stride con la dignità dell'essere umano...

YouTube Video


























Diritti, diritti, diritti, troppo forse abbiamo parlato di diritti. I diritti sono conquiste che però ci hanno disabituati ai DOVERI. Accampare diritti è divenuto quasi una pretesa che gli altri facciano qualcosa per noi. Esigere dei diritti deve invece farci scoprire di avere anche delle responsabilità non imposte dalle norme: i doveri, sono la riscoperta di fatto fondamentale del nostro stare al mondo. DOVERI e perciò diritti.

YouTube Video


























Che cosa significa la formula "il popolo sovrano"? La tesi che alcuni anche 
di recente hanno sostenuto, sarebbe quella per la quale poiché il popolo 
mi ha dato il potere, posso fare tutto ciò che ho in mente. Nulla di più 
aberrante si può immaginare. Perché con le elezioni ogni potere che il 
popolo affida è un potere delegato, ma in ultima istanza la fonte è il popolo 
stesso al quale bisogna dar conto delle proprie azioni. Gli eletti infatti assumono la responsabilità di gestire un potere loro delegato al fine del bene comune...

YouTube Video

























Il M5S per definizione NON partito, proprio perché ha saputo raccogliere 
nelle piazze virtuali come nelle piazze reali la lamentela comune, NON è 
un movimento populista. Anzi, eprime due novità rilevanti: la politica come 
servizio ai ceti meno abbienti piuttosto che ai gruppi di potere ed in secondo 
luogo vuole ristabilire la centralità del Parlamento, luogo dove si si scrivono 
le Leggi che il potere esecutivo deve mettere in pratica...

YouTube Video

























Il Papa? Semplicemente il nuovo Vescovo di Roma cioé, il Vescovo di 
quella Chiesa che presiede tutte le altre nella carità. Uno scenario 
nuovissimo ha aperto FRANCESCO, ricorda a tutti una verità Ecclesiologica: 
NON il vertice della piramide, ma il cuore pulsante di quella che si chiama 
CHIESA CATTOLICA. Una novità questa di FRANCESCO, che piace molto alle 
Chiese separate: non c'è una città che ha il primato, ma il vero apice è GESU' 
CRISTO. L'eletto che chiede di farsi Benedire dal popolo sta a significare che 
c'è una Comunione tra tutti i Battezzati che viene prima delle differenze

YouTube Video

























Un Gesuita eletto sommo Pontefice che per giunta si dà nome Francesco, 
alludendo al poverello di Assisi. Tradizionalmente i Francescani sono ben 
altro dai Gesuiti. Si è soliti infatti vedere nel "Papa nero" quasi un "potere" 
alternativo al Papa vestito di bianco. Francesco è un Santo fuori 
da tutti gli schemi, un Santo che si è spoglia nudo; che si arma della sola 
Croce e va a parlare col capo dei musulmani senza conoscere nemmeno la 
lingua; un Santo che sceglie la vita del mendicante e si sostiene unicamente 
con la solidarietà di tutti. Tante sono le novità già nel nome che ci fanno ben 
sperare nelle novità che ci porterà questo nuovo Papa "venuto dalla fine del mondo".

YouTube Video


























Coppie sterili, infeconde si rivolgono alla medicina per risolvere un 
problema di salute perché il benessere della persona rientra in questa 
nozione. La Legge che ha regolamentato la procreazione assistita ha 
però dato modo anche di scoprire le frontiere per una nuova etica sociale 
che comprende una diversità di rapporti umani: quando e fin dove la 
procreazione assistita è un problema che riguarda la cura della salute?

YouTube Video





Che cosa fare degli embrioni soprannumerari cioè, quelli embrioni 
generati in laboratorio per aiutare le coppie infeconde a diventare 
genitori e non impiantati? Crioconservarli per l'eternità, ricavarne 
cellule staminali utili in medicina oppure seguire la proposta 
d'ispirazione cattolica e donarli ad altre coppie sterili e farli nascere?

YouTube Video




la tecnologia biomedica consente di mantenere in vita un corpo
sia pure incosciente. Giungere alla determinazione anticipata 
delle proprie volontà è una condizione indispensabile 
perché il destino di ciascuno non sia nelle mani del soggetto 
preposto di turno...

YouTube Video





La guerra non è una condizione ineludibile ma un'assurda, illogi-
ca aberrazione dell'uomo come ci spiega Giovanni XXII nella Sua
nota Enciclica...

YouTube Video




Gli ultimi episodi di violenza a danno dei bambini non sono frutto
unicamente della follia bensì sono il "prodotto" della nostra cultura,
della società definita avanzata...

YouTube Video



























Il Real sito di Carditello va nuovamente all'asta a gennaio 2013. 
Quasi sconosciuto al grande pubblico, il complesso un tempo 
centro zootecnico di primaria importanza dove i Borboni selezionavano
le migliori razze equine oggi, in condizioni di assoluto abbandono. 
Il prof. Giustiniani promuove il recupero ed il ripristino storico-architettonico 
dei luoghi

YouTube Video



























Assistiamo spaventati ad una ondata di assassini "facili" sulla 
quale dobbiamo riflettere. Qualcosa non funziona più in occidente, 
c'è una sorta di antifemminismo di ritorno che ci pone di fronte 
un imbarbarimento culturale per il quale il maschio finisce per vendicarsi
della donna che lo rifiuta...

YouTube Video



























Il lavoratore oggi non ha più di fronte il padrone, il suo destino è
determinato dalla finanza apolide vero e proprio cancro dell'eco-
nomia...

YouTube Video

 





















 



L'opinione del prof. Giustiniani sulla grande moschea di Napoli 
che la Giunta De Magistris vuol far sorgere dal trasferimento
del tradizionale mercato del pesce                                        

YouTube Video


 


Unesco cattedra di bioetica, VIII conferenza internazione sulla 
formazione bioetica mare di Galilea, dal 2 al 5 settembre 2012
 
                

YouTube Video




           Primo Convegno Mariologico dal tema:
           "Il grido del terzo millenio: Purezza, Purezza!"

YouTube Video

 
 


 

ultima modifica: 04/04/2015  
redattore@pasqualegiustiniani.it

®riproduzione riservata, contatta il redattore

  Site Map